Corso base per costruire orti conservativi con metodo sinergico

Inviato da Alberto Olivucci | 8/5/2015 | 4184 Letture | Tags: Corsi

Logo Civiltà Contadina


Corso base per costruire orti conservativi con metodo sinergico


C/o Ca' del Santo – Via Varco Biforca 7 - Località Pietramaura - San Leo RN - Cell 3711847062


Domenica 24 maggio 2015


Vuoi partecipare a un'azione di Civiltà Contadina tesa alla salvaguardia dell'agrobiodiversità e contemporaneamente apprendere i metodi più avanzati di agricoltura naturale nei campi biologici della fattoria Ca' del Santo? Con questo corso puoi fare entrambe le cose.


ortosin

La missione dell'associazione Civiltà Contadina è la salvaguardia di semi antiche varietà di ortaggi e la loro diffusione. Presso la fattoria sede del corso l'associazione ha posto una delle banche semi associative che ha l'obiettivo di custodire, riprodurre e distribuire semi, soprattutto ai soci che vogliano cominciare questa conservazione. La realizzazione di questo orto sinergico conservativo sarà al servizio di questo scopo, per riprodurre semi e allo stesso tempo mostrare le potenzialità del metodo naturale di coltivazione sinergico. La tecnica agricola sinergica è fra le più innovative al momento e consente di non vangare, di non zappare, di non concimare e di irrigare con molta moderazione.
L'importanza di questo metodo di coltivazione che verrà insegnato si estende al futuro. In tempi di riscaldamento globale e piogge violente, la copertura permanente (pacciamatura) che utilizza materiali naturali, un principio ampiamente sperimentato dalla permacultura, assicura la conservazione della vitalità e della parte fertile del suolo, sia dal dilavamento ed erosione provocate dagli eventi meteo, sia dai raggi ultravioletti che penetrano in sempre maggiore quantità l'atmosfera, sia dall'eccessivo calore estivo, permettendo nel contempo di ridurre drasticamente la quantità di acqua necessaria per la crescita delle piante e di annullare l'uso della meccanizzazione e quindi il consumo di carburanti fossili.


Riassumendo i vantaggi dati da questo progetto sono:
1. la costruzione di un orto conservativo con semi antichi al servizio della Banca dei Semi di Civiltà Contadina,
2. l'insegnamento pratico-teorico dell'orticoltura sinergica lo scambio di conoscenze fra i partecipanti,
3. la partecipazione al gruppo locale Romagna di Civiltà Contadina.


Temi teorici e pratici affrontati nel corso
Realizzazione di orto ad aiuole secondo i principi dell’orticoltura sinergica a “letto alto” e la recinzione con materiali naturali.
Realizzazione dell'impianto d’irrigazione a goccia di precisione.
Scelta di materiali per la pacciamatura con paglia e cortecce e come realizzarla
Realizzare il semenzaio, come e perché seminare semi antichi.
Alcune note riguardanti le tecniche di raccolta e conservazione sementi.


Programma dettagliato


Domenica 24 maggio dalle ore 9,00 alle ore 17.30
Parte teorica
Lavori suddivisi per gruppi per costruire alcune aiuole dell'orto sinergico, installazione dell'impianto d'irrigazione, pacciamatura aiuole e sentieri.
Pranzo vegetariano con prodotti locali a km 0.
Lavori di trapianto e semina.
Pacciamatura e costruzione del recinto dell'orto.
Se i lavori di costruzione dell'orto non potranno essere conclusi nella giornata ci si accorderà per una data successiva di completamento e approfondimento dei temi.


Docente del corso
Alberto Olivucci, presidente di Civiltà Contadina
Da quando nel 1994 diventa agricoltore bio decide di moltiplicare sementi come
professione e di dedicarsi alla scoperta del mondo dei seed savers. Il suo primo orto con varietà antiche nel 1996 e dal 2000 organizza un coordinamento italiano di collegamento no profit fra cercatori di semi chiamato Civiltà Contadina di cui nel 2001 ne diventa presidente. Ora presiede una rete di salvatori di semi italiani e la loro banca semi. Il suo primo orto sinergico è del 2006.


A chi è rivolto
Ortisti appassionati o professionisti interessati ai temi della sovranità alimentare, alle tecniche di coltivazione naturali, all'autoproduzione di sementi.


Ai partecipanti chiediamo
Scarpe e guanti da lavoro, cappello, crema solare, semi per scambio semi se ne avete, badile, rastrello e piccone se ne avete.


MASSIMO 25 PARTECIPANTI

Costo a partecipante
La quota di partecipazione per ogni singolo partecipante è di € 30,00. La quota è intesa come una liberalità a favore della associazione Civiltà Contadina e include il pasto. Il versamento andrà effettuato al momento della registrazione al corso che si terrà mezz'ora prima dell'inizio
Per chi viene da lontano sarà possibile pernottare con un piccolo costo aggiuntivo. Richiedere per il pernottamento al momento della iscrizione.


Iscrizione
L'iscrizione va richiesta compilando un modulo on line contenente i seguenti dati di iscrizione:
Nome e cognome del partecipante,
data di nascita (i minorenni devono presentare un permesso da parte dei propri genitori),
n. di cellulare.
Email



Link del modulo di iscrizione obbligatorio



Ogni partecipante può prenotare solo per se stesso, in caso di nuclei familiari ognuno deve fornire i propri dati personali.
Chi è iscritto può annullare con una semplice telefonata o un sms entro e non oltre il giorno giovedì 21 maggio.


Se il giorno del corso piovesse?
Controlleremo accuratamente le previsioni meteo e solo in caso di sicura pioggia il corso verrà rimandato e tutti i partecipanti saranno avvertiti via SMS e email. Senza un nostro annullamento il corso verrà tenuto.


Luogo di svolgimento:
Ca' del Santo, Via Varco Biforca 7
47865 San Leo RN


Descrizione del luogo
Ca del Santo è una antica casa rurale della Valmarecchia ancora perfettamente originale in tutte le sue parti che si trova nel comune di San Leo. Risale almeno al 1500 e rappresenta un importante tassello storico nel paesaggio di San Leo. È circondata da campi coltivati con metodo biologico e con antiche varietà, confina con area naturale protetta sito di importanza comunitaria denominata Rupi e Gessi della Valmarecchia e nel suo parco ospita diversi alberi monumentali. In questo luogo potrete incontrare tanta biodiversità selvatica e coltivata, pace e tranquillità.


Come arrivarci
Mappa Google


Coordinate Geografiche
43.916732, 12.363631


Indicazioni stradali
1. Da Rimini all'uscita dei caselli autostradali troverete segnalazioni per San Leo.
2. Imboccata la Sp258 si guida fino a San Leo, 200 dopo la rotonda girare a sinistra per San Leo centro storico.
3. Da questo punto contare 5 km e alla frazione Collina girare a destra (è una strada un po nascosta da una curva) per Pietramaura, poi alla prima a sinistra per una stradina bianca, qui si trova il cartello ca' del Santo
4. proseguire fino al terzo gruppo di case.


Mezzi Pubblici
Da Rimini si prende l'autobus 160, controllare gli orari nel sito www.startromagna.it


Cani e altri animali
A causa dei nostri cani pastori non è possibile ospitare altri animali.